❤️

[ si sente che ci metti il cuore ]

Questa frase me la sono sentita dire svariate volte negli anni, sia nella Vita lavorativa da dipendente in passato, che in quella attuale da libera professionista

Non so se le persone che me lo dicono hanno la mia stessa interpretazione del significato, quindi voglio spiegarti cosa intendo io per METTERCI IL CUORE:

❤️ è ascoltarti

❤️ è dedicarti il tempo di cui hai bisogno

❤️ è essere presente

❤️ è passare le consegne se non posso aiutarti

❤️ è evitare di darti informazioni errate se non sono in possesso di quelle corrette

❤️ è sedermi alla stessa tua altezza

❤️ è rispettare i tuoi confini

❤️ è scegliere prodotti e trattamenti solo sulla base solida delle tue necessità

❤️ è formarmi continuamente e riprendere in mano i libri ogni volta che mi sento di doverlo fare

❤️ è chiedere a chi ne sa più di me perché ho ancora molto da imparare

Per me METTERE IL CUORE nel lavoro è indispensabile, perché altrimenti avrei intrapreso “la carriera del pappagallo” che ripete a macchinetta quello che ha appreso, come si fa con lo stampino per i biscotti

Ecco per me lo stampino per i biscotti è una furberia, sono sempre stata più il tipo da “disegno a mano libera”.

Magari mi arrabbio perché ci metto un po’ a capire come iniziare, magari raddrizzo il tiro in corso d’opera, ma quello che è certo è che quel biscotto avrà tutto il sapore dell’impegno messo nella sua realizzazione

A me le scatole di biscotti “stampati” non sono mai piaciute, preferisco quei vassoi della nonna pieni di biscotti dai bordi diversi ma dalla sostanza unica e inimitabile

Metterci il cuore può costare fatica, sudore e lacrime, ma il risultato sarà senza ombra di dubbio indimenticabile ❤️

[ quanto è bello capire? ]

Se c’è una cosa che adoro sono le domande, quando riguardano il mio lavoro le mie passioni è ancora più piacevole rispondere

Ultimamente sto integrando sempre di più la mia passione e gli studi fatti (ancora in corso ❤️) sull’Ayurveda e questo ha fatto sì che in studio spuntassero come funghi una miriade di barattoli di vetro, polveri e bottiglie ambrate

Ovviamente questa cosa solletica la curiosità delle mie Donne e dopo un primo attimo di rapimento (il wok sul trespolo in ottone poi cattura l’attenzione anche se non è messo in primo piano), arriva timidamente qualche domanda

“ma quello a cosa serve?”

“con questo cosa ci fai?”

“ma che cos’è?”

Allora mi prendo tutto il tempo che serve per spiegarti il contenuto di un barattolo o l’utilizzo che faccio di uno strumento

La curiosità è un istinto che da bambine abbiamo spiccatissimo e che nel tempo potrebbe affievolirsi, penso sia un vero peccato

Rispondere è una cosa che faccio con immenso piacere, perché mi rendo conto che quando comprendi il perché di qualcosa ti rilassi meglio, perché sei appagata dall’aver capito quello che volevi sapere

Inoltre questo mi permette di ottenere un faccino soddisfatto, proprio come quello di una bimba, la cosa bella è che quella stessa espressione la vedo su Donne di tutte le età

La domanda successiva solitamente è: “MA ME LO FAI PROVARE UN GIORNO?” che trova una mia risposta positiva solo se sono certa che quel dato trattamento può darti il migliore effetto possibile

Il mio è un lavoro di ascolto profondo, senza cadere nel minestrone di una spiritualità , ahimè, ostentata

In ogni trattamento o massaggio che eseguo, cerco di soddisfare un bisogno che si basa su una tua necessità o curiosità, mai legata al passato, ma al presente

Domani potresti non avere lo stesso bisogno di oggi e lo stesso trattamento potrebbe non darti lo stesso risultato e quindi ogni volta IO TI ASCOLTO

Vederti soddisfatta per me è un’ottima ragione per continuare a lavorare in questo modo ❤️

quando si dice “parlare POTABILE”

[ olio essenziale giusto nel periodo giusto ]

ma cosa c’entra il tempo con la scelta dell’olio essenziale? Ma io non sto parlando del tempo 🤣

Se sei già una mia cliente e stai facendo un percorso, mi avrai sentito chiederti più volte prima di iniziare la seduta “A CHE PUNTO SEI DEL CICLO?”

Ah ciclo sta per CICLO ORMONALE, ovvero quell’arco di tempo che passa da una mestruazione a un’altra passando per le sue fasi, quindi quando “ti devono venire” parliamo delle MESTRUAZIONI e non del ciclo! Chiamiamo le cose col proprio nome per Diana! (sì l’ho fatta breve perché non è ancora il momento per uno spiegone)

Ok, dicevamo… Ah sì, l’olio essenziale giusto nel periodo giusto! …MA PERCHÉ?

Semplice, perché il tuo corpo avrà una risposta diversa in base alla tua fase ormonale del momento, quindi se utilizzassi un olio essenziale (e non un’essenza, c’è una bella differenza 😉) non adatto alla tua fase, rischierei di non darti il risultato che cerchi

Lavorare con le Donne implica ricerca e studio costanti, ore di lavoro, approfondimento e confronto con altre professioniste, nulla è lasciato al caso

Il mio primo manuale sugli oli essenziali era un insieme di dispense fotocopiate intitolato “Borsa del Pronto soccorso” e me lo donò nel 2004 una delle mie prime titolari (Elvira ❤️), lo custodisco gelosamente in mezzo a tutti gli altri tomi di erboristeria nel mio studio

Prima del tuo arrivo in studio preparo tutto e ripasso sempre dalle mie dispense, amo sapere che cosa ho tra le mani e di utilizzare l’ingrediente che meglio si addice alle tue esigenze di oggi

…e ogni volta cresco, imparo, mi evolvo ❤️

Miscela di oli essenziali Moon Cycle di Olfattiva 🌙